Feed RSS

Il Forum compie oggi 14 mesi

Inserito il

Costituito il primo giugno del 2011, promosso dal Lions Club di Acireale, partecipato da ventiquattro associazioni e gruppi di impegno, di cui due (Corriere di Sciacca e associazione L’Altra Sciacca) fuori dal territorio, il Forum permanente sulle Terme di Acireale compie oggi quattordici mesi di attività svolta continuamente ed ininterrottamente per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica, stimolare la classe politica e l’amministrazione regionale, studiare ed analizzare il comparto del termalismo in Sicilia, con un occhio rivolto al mercato nazionale e agli scenari internazionali. Nel corso di quattordici mesi si sono alternati ben tre Presidenti del Lions Club (Salvatore Leonardi, Citty Maugeri Grasso e il neo presidente per l’anno sociale 2012-2013 Rosario Musumeci) ognuno dei quali ha confermato e continuato l’impegno del sodalizio acese sulla vicenda delle Terme; due Presidenti del Consiglio Comunale, il compianto Pietro Filetti e l’attuale Presidente Toruccio Di Maria, con i quali il Forum ha mantenuto costantemente l’interlocuzione istituzionale, ultimamente ravvivata dalla partecipazione all’audizione in seno alla VI Commissione consiliare permanente; due Dirigenti alla guida della Ragioneria Generale della Regione, il dott. Enzo Emmanuele e il prof. Biagio Bossone, da cui formalmente dipendono le vicende del termalismo attraverso il Dipartimento Bilancio e Tesoro dell’Assessorato all’Economia; due Presidenti di Sviluppo Italia Sicilia, l’advisor della Regione per la privatizzazione delle Terme, e precisamente: l’ambasciatore Umberto Vattani e la dottoressa Cleo Li Calzi; e così via. Rimane invece immutato l’impegno del Forum, il cui modello di impegno civile e sociale per la causa del termalismo è stato replicato con successo anche a Sciacca, sulla strada del rilancio delle Terme. Un rilancio che, si chiede da mesi, possa avvenire, pur consapevoli delle difficoltà finanziarie in cui versa il bilancio della Regione, attraverso una più ampia e condivisa collaborazione fra Regione Siciliana e Comune di Acireale, ciascuno nel rispetto delle proprie prerogative istituzionali. Alla prima si chiede di farsi carico, se esiste, di una chiara strategia di uscita dalla gestione delle Terme e di promuovere, risolvendo tutti i nodi critici attualmente gravanti sulla liquidazione, più puntuali e trasparenti procedure per affidare la gestione degli stabilimenti ai privati, nel rispetto di una ben precisa ed inequivocabile politica regionale sul termalismo, eventualmente stabilita per legge. Al secondo, cioè il Comune, si chiede di avviare in città un dibattito sul futuro modello di sviluppo economico del territorio all’interno del quale posizionare, e conseguentemente vincolare anche urbanisticamente, il contributo che le Terme possono dare all’economia, anche turistica, della città. L’impegno del Forum continua; la Speranza di un rilancio del termalismo cittadino è sempre l’ultima a morire!

Pubblicità

»

  1. Ciò che fa soffrire maggirmente è l’oblio in cui è caduto questo importante stabilimento che, tra fine ‘800 e inizi ‘900 ha ospitato personalità importanti come il ReUmberto I con la Regina Margherita, Richard Wagner ( il quale si narra che abbia avuto l’ispirazione per la sua ultima opera, “Parsifal” proprio nel bel giardino all’inglese delle terme in questione).
    Era uno degli stabilimenti più importanti d’Europa e catalizzava un importante flusso turistico d’èlite che ha elevato Acireale ad ambita meta turistica.

    Il Barone Agostino Pennisi di Floristella aveva fatto un grande dono alla città (non l’unico dato che si trattava di un grande e caritatevole filantropo) che NESSUNO ha voluto coustodire. Si parla sempre di mancanza di risorse ma in realtà dovremmo parlare di OCCULTAMENTO di queste anche perchè ci sono apposite leggi che tutelano il turismo termale come la 323/00 ma manca forse la volontà di usufruirne! Potrei scrivere per ore della mia delusione e di quante volte mi sia infuriata per il destino che è toccato allo stabilimento di Santa Venera ma se chi potesse farlo non vuole ascoltare non mi rimane altro che ammettere la verità e cioè che sappiamo tutti lamentarci ma nessuno sa agire eche anche quando qualcuno volesse farlo non avrebbe nessuna possibilità di riuscita perchè nessuno lo ascolterebbe.
    Concludendo sostengo infatti che nè la Regione, nè il Comune (a mio parere) farà nulla perchè sarebbe un’operazione tanto guista quanto impegnativa ma non aiuterebbe a far vincere delle elezioni come “rifare la pavimentazione di una piazza”.
    Spero ma dubito di sbagliarmi e mi congratulo con Voi per il vostro lavoro.
    Bernadette

    Rispondi
  2. Dal momento che ho espresso la mia mancanza di fiducia non solo nei confronti della Regione ma anche in quelli del Comune di Acireale, mi sento in dovere di comunicare che, avendo incotrato il Sindaco Garozzo in una manifestazione a cui presenziava, mi sono permessa di avvicinarlo per informarmi maggiormente sulla situazione attuale delle Terme e su cosa avesse fatto o voluto fare per “salvarle”.
    Con mia grande sorpresa mi sono trovata di fronte ad una persona molto disponibile ed interessata tanto da promuovere molte iniziative in merito, che però non sono state prese in considerazione dagli Enti competenti.

    Mi congratulo quindi con chi cura questo forum ed anche col Comune per l’impegno con cui si dedicano a questa importante causa.

    Bernadette

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: