Feed RSS

Inaccettabile la chiusura delle Terme di Acireale


sul quotidiano La Sicilia del 1 settembre 2012, a pag.34, nella rubrica dei lettori “Lo dico a La Sicilia”.

INACCETTABILE LA CHIUSURA DELLE TERME DI ACIREALE

Sono un acese che non riesce a sopportare la morte turistica della propria città e specialmente la morte di un bene così grande come le Terme di Acireale. Risulta impossibile credere che Acireale, a differenza dei cittadini e del sindaco di Sciacca, non gridi allo scandalo per la chiusura delle Terme rinomate in tutta Europa. Si sono spesi tanti soldi per ristrutturare ma nulla si è mosso. L’obiettivo è quello di svendere per quattro lire? Si fanno i bilanci su quelle poche visite specialistiche che si fanno per far credere che siano i veri guadagni dell’azienda ma non è così. Per anni si sono guadagnati soldi, che oggi sono nelle casse delle Terme del circondario, che se ci fosse stata una vera politica aziendale sarebbero bastati tranquillamente per il mantenimento in vita dell’azienda: ma sicuramente non doveva andare così; bella legge quella di Cuffaro giusta nell’intento di salvaguardare il personale, ma oggi lo stesso personale è stato trasferito a non fare nulla negli uffici regionali mentre le Terme sono chiuse. Perchè il cittadino, i deputati locali, il sindaco non si domandano il motivo per cui non si apre nell’attesa della privatizzazione? Ma giustamente poi si dovrebbe spiegare il perchè svendere uno stabilimento produttivo. E non è facile

(Lettera firmata)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: