Feed RSS

Non va bene il termalismo nemmeno in provincia di Padova


dal sito del Mattino di Padova

Turismo, «tiene» solo la Città. Male le Terme e il resto della provincia

I dati dell’Osservatorio sul Turismo per il periodo gennaio-luglio 2012. Anno nero per le presenze: alle terme -4,74%, nei comuni della cintura -8.73%

PADOVA. A Padova il turismo tiene: nonostante un agosto che per la prima volta ha visto le presenze complessive in tutto il Paese in calo. I dati sull’andamento del settore pubblicati dall’«Osservatorio turismo» dell’azienda Turismo Padova Terme Euganee che comprendono il periodo gennaio-luglio 2012, evidenziano i primi segni di difficoltà: il calo delle presenze sembra generalizzato in provincia così come in tutta Italia.

La città, tuttavia, registra un seppur lieve segno positivo delle presenze e un piccolo segno negativo per quanto riguarda gli arrivi sul 2011: più 0,09 % e meno 0,49 per cento. I turisti italiani registrano un –0,33% di arrivi e – 0,90 di presenze, mentre il calo degli stranieri è del –0,63% ma le presenze segnano un +1,13%, con tutti i dati negativi sotto la soglia dell1%.

Decisamente pesanti, invece, le perdite negli altri comuni della nostra provincia rispetto al 2011: meno 4,97% di arrivi e meno 8,73% di presenze. Anche il Bacino Termale soffre un po’ registrando un meno 1,89% di arrivi e meno 4,74% di presenze.

«Anche il turismo mostra i segni della crisi, non consola che l’unico segno positivo sia relativo alla città di Padova e che questo + 0,09, per quanto “risicato”, sia l’unico dato senza segno meno di tutta la provincia, – spiega l’assessore al Turismo Marta Dalla Vecchia – dobbiamo cominciare una azione importante e sinergica sul turismo, in particolar modo con le Terme perché solo unendo le forze si può tornare a crescere. La tenuta della città può quindi diventare un’opportunità per tutti». Anche per i comuni della cintura Padovana che perdono l’8,73%.

«Le tabelle pubblicate dall’osservatorio – prosegue l’assessore Dalla Vecchia – ci confermano che a la tassa di soggiorno non sposta i turisti dalla città ai comuni della cintura perché i risultati sarebbero ben diversi. Possiamo discutere delle politiche commerciali degli alberghi e dei tour operator o di cosa significhi veramente differenziare i prodotti e non solo farsi la guerra dei prezzi, ma se di numeri vogliamo parlare questi confermano che le dichiarazioni riportate dai giornali circa la tassa di soggiorno sono infondate».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: