Feed RSS

Il Corriere della Sera: Terme di Acireale, piano per il rilancio


L’articolo su Corriere della Sera on line

Terme di Acireale, piano per il rilancio

In abbandono da mesi: tra due settimane ci sarà la bozza di avviso pubblico per le imprese

 

Terme di AcirealeTerme di Acireale

PALERMO – C’è un piano per il rilancio delle terme di Acireale, in abbandono da mesi: resteranno di proprietà della Regione siciliana, tra due settimane ci sarà la bozza di avviso pubblico per le imprese che sono interessate a gestirle (dovranno farlo includendo anche il centro Polifunzionale e gli alberghi) e sarà creato un tavolo permanente tra Comune e Regione. Un piano che riguarda anche le terme di Sciacca, messo a punto nel corso di un vertice che si è tenuto a Palermo. «A brevissimo – spiega l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao – saranno emanati gli avvisi e le piattaforme negoziali per l’individuazione dei soggetti imprenditoriali che mostreranno interesse alle gestione dei due poli termali di Acireale e Sciacca, ma soprattutto capacità di investimento e valorizzazione delle strutture. Questo è l’unico percorso per offrire una prospettiva di sviluppo ai territori interessati».

Spiragli di salvezza per il complesso termale, un tempo vanto per tutta la Sicilia per le sue acque benefiche ed oggi in liquidazione. Il vertice palermitano ha dato una spinta d’ottimismo: «Più che vedere il bicchiere mezzo vuoto abbiamo tutti il dovere di vederlo mezzo pieno», dice il sindaco di Acireale, Nino Garozzo, che aggiunge: «Il dato veramente positivo è quello che c’è la disponibilità ad emettere un bando subito e a condividere lo stesso con la Città di Acireale». Bisognerà aspettare venerdì perchè il report ricognitivo scritto da Sviluppo Italia – una bocciatura sonora per struttura e tecnologie – sia consegnato al Comune, che lo ha già visionato. Nel frattempo, bisognerà pensare «alla verifica delle disponibilità, dei piani industriali che verranno proposti e, successivamente, valutati».

Le richieste del Comune alla Regione sono chiare: «Abbiamo chiesto e ottenuto – spiega il primo cittadino acese – rassicurazioni relativamente alla gestione delle Terme, cioè che la stessa venga assicurata su tutto il complesso termale, compresi il Polifunzionale e gli alberghi, così come la proprietà dovrà rimanere in capo alla Regione Siciliana. Ci siamo sentiti in dovere di sottolineare l’esigenza di assicurare al pubblico il patrimonio termale e gli alberghi, e abbiamo ribadito che per Acireale non è importante il canone di affitto al concessionario, ma la proposta imprenditoriale, i livelli occupazionali». Il sindaco pensa all’Hotel Excelsior Terme: «Qualora il bando dovesse subito essere emesso con celerità, l’apertura dell’albergo verrà assicurata. Abbiamo però chiesto garanzie relativamente ai posti di lavoro di chi ha prestato opera nell’albergo». Intanto, lascia l’incarico uno dei due commissari liquidatori, Margherita Ferro, intenzionata a candidarsi all’Ars.

Fonte Italpress, 11 settembre 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: