Feed RSS

Dov’è il bando? si chiede L’AltraSciacca


dal sito de Il Fatto Popolare

Terme di Sciacca: “Dov’è il bando?” si chiede L’AltraSciacca

“E venne il giorno in cui avrebbe dovuto esserci la pubblicazione in gazzetta del bando per la privatizzazione delle Terme di Acireale e di Sciacca sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 46 del 26 ottobre 2012. Diciamo “avrebbe” perché di tale bando in Gazzetta non c’è nemmeno l’ombra” questo è quanto scrive l’associazione L’AltraSciacca in un comunicato stampa.

“Volendo essere ottimisti abbiamo pensato fosse impossibile che a fronte di precisi impegni, seppur con ritardo, il responsabile dell’Economia siciliana, l’assessore Gaetano Armao, non li concretizzasse come annunciato. Eppure anche questo è avvenuto! Non è stato onorata una promessa fatta alle due città di Sciacca ed Acireale, alla società civile che si è fatta promotrice di azioni di sensibilizzazione sulla tematica delle Terme cui da sempre è legata, ad un intero territorio” continua il sodalizio presieduto da Pietro Mistretta. “Nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 46 del 26 ottobre 2012 non vi è traccia alcuna dei bandi per la privatizzazione della gestione dei due stabilimenti termali. Pensavamo che un briciolo di rispetto i cittadini ed il territorio di Sciacca e Acireale lo meritassero, non fosse per il fatto che la loro storia è impregnata di avvenimenti che le hanno portate a essere chiamate città “DEGNE”. L’assessore Armao, invece, non mantiene le sue promesse e lascia chiaramente intendere che le città di Acireale e Sciacca non meritano importanza e attenzione. Domani si vota e l’attuale Governo regionale non sarà più nostro interlocutore sulla questione delle Terme, ma come si è arrivati a questo punto, consentitecelo, non è assolutamente chiaro. Non è chiaro del perché si è dovuto attendere un giorno prima delle elezioni per la pubblicazione dell’avviso. Non è chiaro perché l’assessore Armao abbia deciso di presentare a Milano ciò che invece doveva essere portato prima a conoscenza dei cittadini delle città termali e subito dopo a conoscenza degli imprenditori siciliani (credo ce ne siano ancora). Non sono chiari, in generale, alcuni aspetti della privatizzazione delle terme e lo abbiamo ripetuto più volte. Non è chiaro, infine, se questa mancata pubblicazione sia dovuta al caso o sia premeditata a causa dell’imminenza del voto. Qualcuno una volta disse: “A pensar male è peccato, ma a volte ci si azzecca!”. Noi, alla luce di quanto NON è successo, pensiamo male, molto male. Chi ci assicura che il nuovo Governatore porterà avanti quello che il suo predecessore aveva iniziato e purtroppo non completato? Ringraziamo pertanto il distinto assessore Armao per il rispetto degli impegni assunti e per le sue belle parole, non trasformate in fatti concreti, sulle realtà termali di Acireale e Sciacca” conclude L’AltraSciacca che quindi rivolge alcune domande all’amministrazione e all’assessore Armao in merito al futuro delle terme di Sciacca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: