Feed RSS

Terme di Acireale: eppur si muove!


L’articolo pubblicato da Eco delle Aci

TERME DI ACIREALE: EPPUR SI MUOVE!

 Timidissimi segnali di ripresa di attività alle Terme di Acireale. Il liquidatore della società per azioni, l’ing.Luigi Bosco, telefonicamente ci ha informato della riapertura del Parco, della inaugurazione della mostra “La città che vorrei” promossa dal Rotary presso le scuole acesi, della riattivazione di alcune prestazioni specialistiche in convenzione, della possibilità di ottenere da Unicredit un’ulteriore dilazione per fronteggiare il contenzioso aperto dal mancato pagamento regionale dei mutui. Atti di ordinaria amministrazione o forse, considerati i tempi di magra, risultati di straordinaria amministrazione; sta di fatto che comunque l’ing. Bosco si sta fattivamente impegnando da quando ha assunto il ruolo di liquidatore. Si sbilancia nei giudizi il circolo locale del Partito democratico che, in un comunicato stampa, dichiara “E’ il primo risultato concreto dell’azione da anni svolta dal Partito Democratico di Acireale in difesa del più importante patrimonio della città. Acireale riconquista così un prezioso presidio sanitario e si individuano già le premesse per nuove occasioni di sviluppo della città. Il Partito Democratico ringrazia l’ing. Luigi Bosco, per l’impegno profuso, e per il proficuo confronto che ha voluto instaurare con il circolo di Acireale, raccogliendone istanze e proposte”. In realtà, rimangono insolute almeno due questioni fondamentali che proprio l’ing.Bosco, per i rapporti diretti e personali con il presidente della Regione Rosario Crocetta, dovrebbe definire al più presto a Palermo se alla Presidenza la vicenda delle Terme realmente interessasse. In primis, c’è il problema del bando per l’affidamento della gestione ai privati che a Sciacca è stato attribuito e ad Acireale non ancora. E’ fondamentale, infatti, capire il perimetro dell’azione del privato e le modalità di controllo che sul suo operato la Regione saprà e vorrà esercitare. In secondo luogo, c’è il vero nodo dell’appetibilità delle struttura ai privati, con la preliminare ricerca sul mercato di partner realmente interessati alla privatizzazione delle Terme; altrimenti il bando andrà deserto. Negli ambienti politici cittadini, tuttavia, il tema della privatizzazione è guardato sempre o con svogliatezza o con grande sospetto. E’ bastata la pubblicazione sul sito del Forum permamente dell’articolo di Tony Zermo (pubblicato dal quotidiano locale) sul rinnovato interesse dello sceicco arabo per la Perla Jonica, che qualcuno si è subito interrogato: ma tutto ciò che c’azzecca con le Terme?

Saro Faraci

 

terme-riaperturaparziale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: