Feed RSS

Il Comitato civico: E’ secondaria la questione se la gestione delle Terme debba essere pubblica o privata


Riportiamo il testo del commento “postato” dal Comitato civico sulla pagina Facebook nonchè in appendice al “post” pubblicato ieri sul sito

Come abbiamo più volte avuto modo di precisare, consideriamo del tutto secondaria e, per molti aspetti, fuorviante, discutere adesso del tipo di gestione – pubblica o privata – delle Terme di Acireale. Riportiamo, a tal proposito, stralcio del comunicato del Comitato Civico Terme di Acireale del 22/5/2013: “(…) auspichiamo che il Commissario, insieme alle le forze politiche e alle istituzioni cittadine, perseguano l’obiettivo di un rilancio effettivo e completo delle Terme di Acireale, reclamino l’approvazione del disegno di legge all’ARS sul riordino del settore termale siciliano, chiedano che il termalismo venga inserito della programmazione strategica regionale.
Siamo convinti che, aldilà della sterile discussione sulla gestione pubblica o privata delle Terme, solo nel quadro di una seria programmazione regionale, le Terme di Acireale possono essere il fulcro di un progetto “Acireale: Terme, cultura, natura” : un progetto di sviluppo integrato che metta in rete le tante potenzialità del nostro territorio.” Aggiungiamo che alcune tra le più avanzate regioni italiane in materia di termalismo stanno andando proprio in questa direzione, anche in prospettiva dell’entrata in vigore (nel 2014) della normativa europea in tema di “turismo sanitario”

Una risposta »

  1. Comitato Civico Terme di Acireale

    La proposta del sig. Giuffrida è interessante.
    Il Comitato Civico sta lavorando già da tempo ad una strategia complessiva per il rilancio del termalismo ad Acireale e in Sicilia, alla luce della normativa nazionale ed europea. Le implicazioni sono tante e il progetto è complesso ma entusiasmante. Anche i fautori della privatizzazione a tutti i costi (e noi non siamo tra questi) convengano che in assenza di una strategia complessiva, l’appeal da parte di eventuali investitori è bassissima. Come dimostra la vicenda delle Terme di Sciacca, il cui bando è andato deserto. A meno che la privatizzazione non nasconda obiettivi speculativi che nulla hanno a che vedere con quello di cui stiamo discutendo.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: