Feed RSS

Compie due anni oggi il Forum permanente sulle Terme

Inserito il

Il Forum permanente sulle Terme, promosso dal Lions Club di Acireale, compie oggi due anni di attività. Nato per animare il dibattito cittadino sul termalismo, è andato oltre svolgendo, insieme alle associazioni aderenti, una funzione suppletiva della politica che invece ha abbandonato l’interesse per il tema. In questi ventiquattro mesi, la Regione Siciliana – negli assessori succedutisi alla guida del dicastero all’Economia, nei dirigenti e funzionari deputati al controllo delle attività, nei liquidatori nominati per gestire le controverse procedure di dismissione – si è distinta per mancanza di visione, inerzia ed improvvisazione. Di contro, la città – ancora politicamente immatura per gestire una vicenda così complicata – ha fatto poco per contraltare tali comportamenti e si è limitata a prendere atto, e solo talune volte a reclamare contro i provvedimenti decisi a Palermo. Adesso senza più indugi è tempo di interventi, come promesso ad Acireale in campagna elettorale dal Presidente Rosario Crocetta. La recente riapertura, seppur parziale, di alcuni plessi dello stabilimento termale, per quanto utile socialmente, serve ben poco per arginare la deriva di perdite d’esercizio che, negli ultimi cinque anni, ha superato i dieci milioni di euro. Il liquidatore, come prevede la legge, deve piuttosto esprimersi con la proprietà se la liquidazione andrà gestita nell’ottica della continuità o dello scioglimento del complesso aziendale. Evitando inutili digressioni sull’utilità o meno della gestione pubblica, la Regione dovrà rendere più spedite le procedure sulla privatizzazione, come prevede la legge del 2010, emanando al più presto il bando (come accaduto a Sciacca), dirimendo le ultime controversie giudiziarie (come quella per Unicredit per l’ex albergo Excelsior Palace) e coinvolgendo fin d’ora privati seri ed affidabili nelle manifestazioni di interesse. A meno che si voglia mantenere la pubblicizzazione della gestione termale, ma in tal caso va modificato radicalmente l’impianto della legge, indicando contestualmente l’entità delle risorse, impiegabili negli investimenti e nella gestione corrente, che la Regione dovrà stanziare per continuare a gestire direttamente questo importante servizio di pubblica utilità. Tertium non datur. Sollecitiamo la deputazione regionale, per competenza territoriale, a farsi carico con urgenza della questione.

Prof. Rosario Faraci, Co-coordinatore del Forum permanente sulle Terme di Acireale

torta-2-anni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: