Feed RSS

Acireale, avviata la campagna elettorale. Al Pd lo “ius primae noctis” sulle Terme


L’articolo pubblicato a pag.17 sul numero 39 del settimanale I Vespri, in edicola da oggi

pd-termalismo

Si avvicinano le elezioni e ad Acireale le Terme diventano argomento di battaglia dell’agone politico. CambiAmo Acireale, la formazione civica promossa da Nicola D’Agostino, attende di conoscere i nomi di tutti i candidati alle primarie (finora ha ufficializzato la propria candidatura solo il consigliere comunale avv.Francesco Fichera del PD) per avviare una seria discussione sul tema. Il PD, ancora molto incerto sul tipo di alleanze da stabilire, ha già deciso che le Terme saranno il fiore all’occhiello di una campagna elettorale che sarà incentrata proprio sulla città termale. Sul fronte opposto, è uscito allo scoperto solo l’imprenditore Marcello Monaco, già capogruppo PDL al consiglio comunale, che sta provando ad aggregare le forze di centro destra, anche se con ogni probabilità verrà fuori un altro nome per canalizzare il consenso degli ex di Alleanza nazionale. Ma l’area di centro-destra onestamente ha poco da dire e molto da rimproverarsi sul termalismo. Cosa tutti i candidati a sindaco “potranno” dire sulle Terme di Acireale, quando i giochi sono fatti a Palermo, rimane un fitto mistero; cosa “sapranno” dire è un altro conto perché, ad onor del vero, in questi anni molti si sono distratti pensando ad altro e non riuscendo a costituire un fronte comune contro la burocrazia regionale che, con la complicità di una classe governativa impreparata e litigiosa, ha finora deciso tutto e il contrario di tutto sulle Terme, tanto di Acireale quanto di Sciacca. Il PD comunque si è avocato sul tema una sorta di “ius primae noctis” essendo la prima formazione politica ad essersi occupata fattivamente dal tema fin dal dicembre del 2010, prima con il comitato civico e poi direttamente con il circolo locale del partito. Ha deciso di spazzare via, infatti non lo menziona nemmeno, il contributo che una parte della società civile (Lions e club services) ha saputo dare e continua a dare all’argomento; vuole le luci della ribalta su un tema che sente proprio e che farcisce di settimana in settimana con nuove proposte ammiccanti che però mancano di alcune fondamenta: un’interlocuzione seria e continuativa con la Regione Siciliana, in particolare con la burocrazia dell’Assessorato all’Economia; l’impegno politico diretto di tutto il gruppo parlamentare del PD; il reperimento di risorse finanziarie aggiuntive necessarie per sostenere una qualsiasi delle opzioni proposte. Si parla dunque delle Terme, mentre gli stabilimenti termali vivacchiano. L’approvazione del bilancio al 31.12.2012 non è ancora avvenuta, o comunque non è stata ufficializzata, dato che non ve n’è traccia sul Registro delle Imprese. La cosa in sé è gravissima perché sta per chiudersi il 2013 e ancora non si conoscono le risultanze (ricavi, debiti, crediti, patrimonio) del bilancio dell’anno prima. Il liquidatore ing.Bosco aveva promesso che l’adempimento si sarebbe completato entro la fine dell’estate, al massimo a settembre; ancora non c’è traccia dei “numeri” che, come è facile immaginare, hanno la loro importanza perché incideranno inevitabilmente su tutte le ipotesi di liquidazione, di privatizzazione, di eventuale ricapitalizzazione della società di gestione. Forse si sottovaluta questo particolare.

Saro Faraci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: