Feed RSS

A Sciacca sta per arrivare il bando per la privatizzazione delle Terme

Inserito il

dal sito di Teleradio Sciacca

TERME DI SCIACCA, PARLA TURRICIANO: “TRA POCHE ORE IL BANDO, MA CI SERVONO SUBITO 500 MILA EURO”

 

Dobbiamo capire cosa siamo e cosa diventeremo. Carlo Turriciano, commissario liquidatore delle Terme di Sciacca, affida a noi le sue perplessità e speranze per il destino del patrimonio, ostaggio negli anni di una certa politica che l’ha utilizzato e sfruttato soltanto per i propri fini propagandistici. E che la situazione abbia ormai assunto tratti che sembrerebbero essere stati tracciati da Beckett, è sotto gli occhi di tutti per l’assurdità di un patrimonio che potrebbe essere, ma che non è mai diventato.

Intanto la prima data per conoscere il destino delle terme di Sciacca è fissata al 31 dicembre prossimo. Le risorse attualmente disponibili garantiranno soltanto altri sei mesi di vita. Servirebbero nell’immediato 500 mila euro per saldare debiti come quelli contratti con il comune e con l’Enel. Ma sarebbero necessari corposi interventi di ristrutturazione.

Dobbiamo capire cosa siamo – ci spiega Turriciano – o una struttura in attesa del privato o una costola della Regione che non può continuare a trattare la materia Terme in questo stato. Servono investimenti – aggiunge Turriciano – e per fare ciò, qualora dovessimo restare in ottica regionale, da Palermo dovrebbero eliminare lo status di liquidazione. Ma la Regione non ha mai manifestato tale intenzione, perchè negli anni non è mai riuscita a guadagnarci dalle Terme di Sciacca. Anche qui riscontriamo tratti di quella logica dell’assurdo tanto cara a Kafka.

Abbiamo un patrimonio, quello termale, e proprietà curative di fanghi, vapori e acque che pulsano nel sottosuolo di Sciacca, definiti unici nel panorama mondiale, ma nessuno le ha mai saputo sfruttare al 100%.

I segnali positivi non mancano per la stagione 2014 con un 30% in più delle presenze complessive rispetto allo scorso anno. Dobbiamo capire l’impulso che vogliono dare alle Terme di Sciacca – aggiunge Turriciano – perchè da Palermo possono anche trovare i soldi, ma per rilanciare l’intero patrimonio serve una strategia a lungo termine. Cosa che in realtà manca da tempo. Almeno per il 2014, tutti gli stagionali delle Terme di Sciacca riusciranno a completare i sei mesi ed accedere agli ammortizzatori sociali.

Anche questa non è vita, con la rincorsa annuale a quel posto che deve necessariamente e rigorosamente toccare i 180 giorni pena l’esclusione dall’ottenere l’agognata “disoccupazione”. Infine, ritorniamo a parlar del bando per l’affidamento ai privati. Potrebbero esserci delle novità nelle prossime ore. Secondo i segnali che giungono da Palermo – conclude Turriciano – il nuovo bando potrebbe essere pubblicato entro i prossimi dieci giorni. Questa volta, quasi certamente aggiungiamo noi, il bando sarà tradotto anche in inglese. Nell’attesa, servono 500 mila euro da investire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: