Feed RSS

Archivi categoria: Facebook

FollowAci, il progetto degli scout di Acireale 4. Le Terme fra le risorse turistiche del territorio


followaci-logoSul blog degli scout di Acireale4 si legge testualmente:

Venerdì 11 Luglio abbiamo concluso il nostro capitolo! Dopo aver osservato e giudicato, questo è il frutto del lavoro di un anno, il suo nome è FollowAciun progetto di promozione turistica che ha come obiettivo quello di esaltare le bellezze culturali e naturali della splendida città di AcirealeFollowAci prende il nome dall’unione di due parole, Follow (seguire, in inglese) e Acireale (in nome della nostra città); da qui il motto “la tradizione incontra l’innovazione”. Abbiamo puntato anche sul gioco di parole creando così un composto che esorti a “SeguirCi”, “Seguire Acireale”. Ancora un progetto fresco di web e con molto da imparare ma che punta a essere d’aiuto all’intera comunità acese per portare un sostanziale cambiamento.

Il link al blog, alla pagina FB e al video su youtube.

 

Annunci

Lo scempio delle Terme Selinuntine


Il post di denuncia sulla pagina Facebook del Forum Terme di Sciacca, Quo Vadis?

Lo scempio e l’abbandono delle Antiche Terme Selinuntine (Sciacca), un potenziale straordinario che, altrove, verrebbe sfruttato come merita e darebbe lavoro a decine di persone

termeselinuntine-6 termeselinuntine-1 termeselinuntine-2 termeselinuntine-3 termeselinuntine-4 termeselinuntine-5

Interrogazione di Lillo Firetto alla Regione sulla privatizzazione delle Terme di Sciacca


dalla pagina FB del Forum “Terme di Sciacca, Quo Vadis?”

termedisciacca

TERME DI SCIACCA: LILLO FIRETTO INTERROGA IL GOVERNO REGIONALE PER MEGLIO DEFINIRE IL PROCESSO DI PRIVATIZZAZIONE

PALERMO, 19 giugno 2014 – Come intende il Governo Regionale affrontare la questione del termalismo a Sciacca tenuto conto che rappresenta da sempre un’inestimabile risorsa naturale ed economica per tutto il comprensorio? E’ questo l’interrogativo che il Presidente del Gruppo Parlamentare Udc all’Ars, Lillo Firetto ha posto al Presidente della Regione in un’Interrogazione in cui pone in evidenza come la società, in grave crisi e posta in liquidazione, rischi, secondo una relazione del Liquidatore, lo stato di insolvenza con conseguente dismissione del patrimonio immobiliare per il pagamento dei debiti. Nell’Interrogazione Lillo Firetto chiede al Governo che siano adottate tutte le necessarie iniziative, nell’ambito delle proprie competenze, volte ad individuare le cause dei ritardi nel processo di privatizzazione avviato infruttuosamente ormai da tempo a salvaguardia del patrimonio e dei posti di lavoro.

Terme di Acireale. Non passano gli emendamenti dei grillini


L’articolo di Fancity

cicala-terme-cop

Non passano neanche dall’aula per il voto gli emendamenti per fermare la liquidazione delle Terme di Acireale proposti dal Movimento 5 Stelle e sostenute dal gruppo PD con in testa Antony Barbagallo. E’ un duro colpo per il futuro delle Terme di Acireale ed un colpo anche per chi, come Giuseppe Cicala, solo qualche mese fa dichiarava “Stiamo lavorando, insieme agli assessorati regionali di competenza, a superare il prima possibile la fase di liquidazione e ad avviare l’iter burocratico per il rilancio delle attività alberghiere e termali.”
Il silenzio dell’esponente del Megafono sulla vicenda Terme di Acireale è davvero inquietanti e ingiustificato come è ingiustificata l’azione del presidente Crocetta diventato un vero e proprio pigliatutto, tra commissari, enti, partecipate, dirigenti, il governatore sta decidendo tutte le figure chiave.
Intanto alle Terme di Acireale ancora abbiamo un consulente amministrativo che da tre anni si becca 1.200 euro al mese per fare cosa? Un consulente all’accettazione che si becca 1.000 euro al mese da tre anni. Ed ancora un contabile, oltre allo studio contabile (52.000 euro annui), che prende 1.200 euro mensili da tre anni. E per concludere in bellezza alle Terme di Acireale c’è anche un “fantomatico” ufficio turistico.
Tutto questo Giuseppe Cicala lo sa?

Terme, abrogare la liquidazione. Presentati due emendamenti all’ARS


La notizia data dalla pagina FB di Fancity e dal sito Internet

Gli emendamenti presentati dapprima in commissione bilancio come modificativo all’art. 27 (trattava di partecipate delle regione), poi ritirato dal governo ed anche come aggiuntivi non sono stati discussi sia perchè l’articolo che modificava è stato cassato e sia perchè non hanno discusso gli emendamenti aggiuntivi in commissione.

Quindi sono stati ripresentati per la discussione sull’articolato che comincerà il 7  Gennaio.

Il primo emendamento, presentato dai deputati Angela Foti (M5Stelle), Anthony Barbagallo e Giuseppe Lupo (PD)

“L’articolo 21 della legge regionale 12 maggio 2010, n.11 è abrogato. 
L’assessorato dell’Economia è autorizzato a procedere alla revoca dello stato di liquidazione ai sensi dell’articolo 2487- ter del Codice Civile. “

Abroga questo:

L.R. 11/2010
Art. 21
Società Terme di Sciacca e Società Terme di Acireale.

1. Entro 180 giorni dall’avvenuta cessione alla Regione delle quote azionarie detenute dalle aziende autonome Terme di Acireale e Terme di Sciacca rispettivamente nelle società Terme di Acireale S.p.A. e Terme di Sciacca S.p.A., la Ragioneria generale della Regione attiva le procedure necessarie a porre in liquidazione le due Società e, tramite lo svolgimento di una gara ad evidenza pubblica, affida a soggetti privati la gestione e la valorizzazione dei complessi cremotermali ed idrominerali esistenti nel bacino idrotermale di Acireale e di Sciacca, compreso lo sfruttamento delle acque termali ed idrominerali, nonché le attività accessorie e complementari.

2. Il personale delle società Terme di Sciacca S.p.A. e Terme di Acireale S.p.A. poste in liquidazione gode delle stesse garanzie occupazionali previste per i dipendenti delle società che sono dismesse a seguito dell’applicazione di quanto previsto dall’articolo 20. (Periodo omesso in quanto impugnato dal Commissario dello Stato ai sensi dell’art. 28 dello Statuto).

Il secondo emendamento, presentato dagli stessi deputati, invece mira a inserire il termalismo tra le aree strategiche della regione: 

“Riconoscimento del termalismo come area strategica ai sensi del comma 1 dell’art. 20 della legge regionale 12 maggio 2010, n. 11”

Al comma 2, dell’articolo 20 della legge regionale 12 maggio 2010, n. 11 e successive modifiche ed integrazioni, é aggiunta la seguente lettera: 
o) termalismo.

Il PD Acireale-Città termale attraverso Facebook: “Il Distretto termale è anche un Distretto culturale”


pd-termalismo

Alla notizia riportata dal Forum sull’approvazione del Distretto produttivo del benessere termale, ecco puntuali e tempestive le precisazioni del circolo locale del PD di Acireale  attraverso la propria pagina Facebook

Ecco l’art 11 del Disegno di legge sul riordino del termalismo presentato dal PD (luglio 2010 prima firmataria Concetta Raia) . Il riconoscimento del distretto termale fa dunque propria una previsione di quel Disegno di Legge. Resta il problema della necessità di un coordinamento fra le varie competenze assessoriali: economia, Turismo, Salute, Infrastrutture, Beni Culturali e di un tavolo tecnico regionale che lo consenta.

Art. 11.
Riconoscimento distretti termali

1. Gli strumenti per il raggiungimento delle finalità di cui all’articolo 2, sono il documento di programmazione economica e finanziaria regionale, il Piano regionale di sviluppo termale, il distretto termale, e, nel caso di più distretti termali, la Commissione regionale per il termalismo, istituita con apposito decreto e composta da enti locali interessati, università, operatori economici ed esperti del settore.

2. Entro sessanta giorni dall’approvazione della presente legge, l’Assessorato regionale del turismo, dello sport e dello spettacolo, al fine di promuovere lo svi-luppo del termalismo, adotta con proprio decreto le modalità ed i criteri per il rico-noscimento dei distretti termali nei quali si realizza un sistema integrato tra il termalismo e le risorse ambientali e culturali del territorio;

3. Il distretto termale esprime la capacità degli attori pubblici e privati di promuovere la realizzazione di una serie di progetti strategici ricompresi all’interno di un patto che mira a realizzare lo sviluppo integrato del distretto termale in con-formità agli strumenti di programmazione comunitaria, nazionale e regionale.

Vi è da dire anche – precisa il PD – che il Distretto Termale è si un distretto produttivo me è anche un distretto culturale poichè la risorsa termale riveste allo stesso tempo carattere produttivo, sanitario e culturale in quanto elemento fondante della identità di un territorio, aspetto che va trattato in termini di tutela, valorizzazione e fruizione di un bene culturale.

La pagina Facebook del Forum taglia il traguardo dei 500 amici


La pagina Facebook del Forum permanente sulle Terme di Acireale ha raggiunto i 500 amici. Visita la pagina FB

500likes