Feed RSS

Archivi del mese: maggio 2011

Terme di Acireale. In caso di vendita, gli enti locali eserciteranno il diritto di prelazione sull’acquisto degli immobili e dei beni demaniali?


da Eco delle Aci del 29 maggio 2011

“Il controllo sociale esercitato dai club services cittadini sulle Terme di Acireale non è soltanto un fatto recente, se ci riferiamo al convegno del Lions del 9 aprile scorso, che ha ravvivato in città il dibattito sui futuri scenari e sulle ipotesi di riposizionamento delle Terme di Santa Venera e Santa Caterina”. Clicca qui per continuare a leggere.

Annunci

Nella vendita dei beni regionali è data facoltà di prelazione agli enti locali


Il documento dei club services di Acireale del 2000 sulle Terme evidenzia un passaggio importante, ovvero la richiesta al Governo regionale che, prima di procedere alla dismissione, la Provincia Regionale di Catania, il Comune di Acireale ed i Comuni del bacino delle Aci siano posti nella condizione di esercitare la facoltà di prelazione, ex art.11 L.R. n.6 del 07.03.97, per l’acquisto dei beni patrimoniali dell’azienda e/o delle partecipazioni. In effetti, il II comma di quell’articolo denominato “Dismissione e riconversione beni demaniali e patrimoniali” (poi integrato, nella formulazione del primo comma, dall’art.18, co VI, della legge regionale 10/99) così recita: “Nella cessione dei beni patrimoniali e demaniali della Regione è data facoltà di prelazione agli enti locali nel cui territorio di competenza detti beni ricadono. L’ente acquirente è tenuto a non cedere il bene acquisito per un periodo non inferiore ad anni dieci“.

Già nel 2000 i club services di Acireale ponevano alla classe politica regionale la questione delle Terme


Nell’estate del 2000, dunque ben 11 fa, i club services di Acireale avevano sottoscritto congiuntamente un documento indirizzato all’amministrazione regionale perchè si occupasse con attenzione della questione delle Terme di Acireale. Continua qui per leggere l’intero documento.

Il grande silenzio sulle Terme di Acireale


da L’Eco delle Aci del 22/05/2011

Tutto tace intorno alle Terme di Acireale. Dallo scorso 9 aprile, giorno del convegno organizzato dal Lions Club nell’intento di rianimare il dibattito locale sul futuro del complesso termale, non arrivano alla città segnali confortanti, soprattutto da parte di chi ha responsabilità politico-istituzionali e si trova nelle condizioni di poter fare o dire qualcosa.  C’è un silenzio, forse imbarazzato, dei diversi protagonisti (clicca qui per continuare a leggere l’articolo).

Terme escluse dal Piano provinciale


Su La Sicilia del 21 maggio 2011: “Terme escluse dal Piano provinciale”. Dopo il Distretto turistico “Mare dell’Etna”, attualmente in fase di approvazione alla Regione Siciliana, anche il Piano programmatico socio-economico territoriale della Provincia di Catania (clicca qui per prenderne visione) non fa cenno ad ipotesi di rilancio, di valorizzazione, o di mero sostegno al recupero delle Terme Regionali di Acireale. Clicca qui per leggere l’articolo (la sicilia 21 maggio 2011).

Terme di Acireale: l’UDC incontra il comitato civico


Giovedì 12 Maggio alle ore 19,30, presso la sala conferenze dell’ EUSS in Via Sangiuliano, 142 inAcireale, si è svolto l’incontro tra una delegazione dell’U.D.C. (Unione Democratica di Centro) e il Comitato Civico Terme di Acireale. All’incontro, coordinato dal responsabile cittadino dell’ U.D.C., dott. Claudio Bandini, hanno partecipato i deputati regionali Marco Forzese (Coordinatore provinciale UDC), Raffaele Pippo Nicotra (Presidente provinciale UDC), Salvo Giuffrida e il consigliere provinciale Ernesto Calogero. Il Comitato Civico Terme di Acireale, per espressione del Portavoce dott. Salvatore La Rosa e del Presidente della Commissione Tecnica, Avv. Gaetano Cundari. Clicca qui per leggere il comunicato stampa (COMUNICATO STAMPA UDC) e di seguito per visualizzare l’articolo pubblicato su La Sicilia (UDC La Sicilia 19.5.2011)

Il Convegno sul Termalismo riportato su Lions 108 YB News

Inserito il

Tratto da Lions 108 YB News – Supplemento telematico della rivista Lions

E’ da diversi anni che il Lions Club di Acireale dedica tempo ed attenzione all’analisi e alla soluzione delle problematiche più rilevanti dell’economia cittadina. Da quest’anno sociale – presidente il dott. Salvatore Leonardi – è operativo il comitato “…per l’economia di Acireale”, di cui sono coordinatori il dott. Mario Scandura e il prof. Rosario Faraci, che ha raccolto l’eredità di un comitato di studio “Cultura d’impresa e attività occupazionale”. Continua qui per leggere.