Feed RSS

Archivi del mese: febbraio 2012

In diretta tv su Rei l’intervento del co-coordinatore del Forum


Intervento, in diretta tv, del co-coordinatore del Forum nel corso della trasmissione sul Carnevale di Acireale in onda su Rei Tv e condotta, dal Municipio di Acireale, dal giornalista Salvo Cutuli. Il Prof. Rosario Faraci, invitato tra gli ospiti, ha discusso di turismo, di Carnevale e del ruolo della Fondazione, di distretto turistico e delle possibili iniziative per rilanciare il turismo alberghiero nella città, dopo la chiusura dell’Excelsior Palace Terme, successiva a quella dell’Hotel delle Terme e della Perla Jonica. Si è parlato, ovviamente, di Terme. Il co-coordinatore ha auspicato un rilancio del dibattito e dell’interesse dell’intera città, società civile e politica, verso la questione del termalismo,  ricordando in tal senso l’impegno profuso in questa direzione dal compianto Presidente del Consiglio Pietro Filetti, che ha supportato attivamente la campagna del Forum. Il Prof. Faraci ha rilevato che dalla burocrazia regionale arrivano segnali confortanti sui possibili esiti della vicenda entro l’anno, con la pubblicazione del bando ad evidenza pubblica internazionale e l’individuazione dei privati interessati alla gestione degli stabilimenti termali. In questo momento – ha ricordato il co-coordinatore del Forum – l’advisor incaricato dalla Regione Siciliana per la privatizzazione delle Terme, cioè Sviluppo Italia Sicilia, sta raccogliendo dati ed informazioni preliminari alla formulazione di una proposta di utilizzazione e valorizzazione degli stabilimenti. Inoltre, sta per definirsi anche la vicenda del trasferimento delle azioni dalla vecchia azienda autonoma alla Regione Siciliana, in modo da assegnare a quest’ultima il ruolo di azionista unico e, per tale via, mettere a disposizione dei liquidatori quelle risorse finanziarie necessarie per rendere più fluida la dismissione della società di gestione e favorire la transizione ai privati. Il Forum, da parta sua, ha rilevato il co-coordinatore,  proseguirà nelle prossime settimane l’attività di sensibilizzazione, informazione e divulgazione avviata a partire dal giugno dello scorso anno.

Annunci

Terme, le iniziative del PD e il risentimento della Ferro. Sul settimanale i Vespri.


L’articolo pubblicato dal settimanale I Vespri (Acireale)

Terme, a volte ritornano


Si è spento improvvisamente ad Acireale il Presidente del consiglio comunale avvocato Pietro Filetti. “Con la sua scomparsa, il Forum ha perso un grande amico e un convinto sostenitore della battaglia per la salvaguardia del complesso di Santa Venera e Santa Caterina” hanno scritto sul sito il Lions Club e i coordinatori dell’iniziativa avviata lo scorso giugno. Adesso quelli del Forum si sentono un po’ più soli, anche perché, in diverse occasioni, con la prudenza e la sobrietà che lo contraddistinguevano, l’avvocato Filetti aveva sollecitato prima l’amministrazione comunale Garozzo e poi direttamente il Presidente Raffaele Lombardo e le autorità regionali ad avviare un momento di confronto, un tavolo istituzionale, sulle Terme, facendo interloquire direttamente il Comune di Acireale e la Regione Siciliana. Adesso, anche per antiche e mai superate contrapposizioni politiche, è serio il rischio che le due istituzioni non si parlino più in merito alla vicenda. Il sindaco Garozzo, infatti, rimane sempre dell’avviso che a dare un segnale d’apertura sia proprio il Presidente della Regione Lombardo, ma tra i due non corre affatto buon sangue.  Ad animare il dibattito in questi giorni di Carnevale ci hanno pensato il PD e Margherita Ferro

Il resto dell’articolo su I Vespri, in edicola oggi

Riprende la querelle fra il PD e Margherita Ferro


Dal settimanale I Vespri

Terme: a volte ritornano. Riprende la querelle fra il PD e Margherita Ferro

di Carmelo Capitello
Mentre gli stabilimenti sono praticamente inattivi, il PD si risveglia dal letargo e rilancia la questione del disegno di legge sul termalismo in Sicilia. Risponde il commissario liquidatore, risentita perché non è riconosciuta la sua attività in favore delle Terme. Con la morte dell’avvocato Filetti, il Forum perde un amico e un sostenitore della battaglia. Frattanto, il Presidente Lombardo estende il suo controllo fino a Sciacca.
L’articolo completo sul settimanale I VESPRI in edicola da sabato.

Mare dell’Etna presentato alla Bit di Milano


Su Catania Today

Nasce il “Distretto della Regione Siciliana Il Mare dell’Etna”

300 kilometri quadrati di territorio, 300 mila abitanti, 10 mila posti letto, 9.600 esercizi commerciali, oltre 600 mila presenze annuali. Sono i numeri che dimostrano la rilevanza turistica dei 16 comuni che oggi compongono il “Distretto della Regione Siciliana Il Mare dell’Etna“, nato i primi di febbraio, e presentato ufficialmente alla Bit di Milano.

Dalla Riviera dei Ciclopi di Acicastello al barocco di Acireale, dall’area archeologica di Acicatena, al Santuario della Madonna di Valverde fino alla chiesa dell’Annunziata a S.Agata Li Battiati per giungere alle pendici dell’Etna con i comuni di Sant’Alfio e Milo.

E’ solo un piccolo assaggio di cio’ che i turisti potranno trovare tra il mare e l’Etna. “La società consortile, costituita da enti pubblici e società private, nasce allo scopo di promuovere un territorio profondamente simile per caratteristiche geografiche e attivare occasioni di sviluppo – spiega Antonio Maugeri, consigliere di amministrazione del Distretto – Ciascuno di questi luoghi aveva un’identita’a sé. Siamo riusciti a creare una rete e un brand che ci permette di presentarci come un territorio unico, capace di attrarre investimenti pubblici e spendere al meglio i fondi comunitari“.

Per il vice presidente Nico Torrisi “E’ determinante la sinergia tra pubblico e privato: insieme è stata trovata una linea d’intesa. Se in passato si sono perse occasioni importanti, il Distretto è oggi saldo fondamento per un ottimale utilizzo dei fondi europei, che troppo spesso sono stati restituiti al mittente. Il Mare dell’Etna non è e non vuole essere carrozzone parapolitico e la partenza lo dimostra. Sia da parte dei sindaci, che sono riusciti a mettere da parte le diverse sensibilità politiche, sia da parte dei privati che fermamente credono in questa iniziativa“.

Per il professore Benedetto Puglisi “Fino a questo momento, nel turismo, promozione e commercializzazione non sono stati trattati in maniera sinergica, generando un dispendio di energie e risorse economiche. La struttura del Distretto, dove la componente privatistica e’ perfettamente equilibrata a quella pubblica, punta verso un sistema di promo-commercializzazione integrato dove le istituzioni forniscono la base operativa su cui puo’ lavorare e investire il privato“.

 

Un lungo e infinito iter giuridico


Sul Giornale di Sicilia di oggi 21 febbraio, a firma di Raffaele Musumeci

Una perdita pure per le Terme


Sul quotidiano La Sicilia di oggi 21 febbraio 2012, a firma di Antonio Carreca