Feed RSS

Archivi del mese: maggio 2012

Il primo anno di attività del Forum: una tabella sinottica delle principali attività svolte


Annunci

La tv giapponese affascinata dalle Terme siciliane


dal sito del Corriere di Sciacca

MENFI – CRONACA
TERME ACQUA PIA: CONCLUSO IL DOCUMENTARIO DELLA TV GIAPPONESE

31/05/2012 13.08Si sono concluse alle Terme Acqua Pia di Montevago, le riprese del documentario “ le Terme del mondo” a cura della Televisione Satellitare Giapponese “Nippon TV”,. La giornalista SachiKo Higashida e il regista Noboru Tatsumi rimasti affascinati dalla location termale: “ siamo stati veramente bene da Voi, la vostra cucina è eccezionale, grazie per la calorosa accoglienza”, hanno fatto parte della troupe televisiva anche due cameraman italiani, Nicola Pala e Stefano Dini.

Ignazio Azzara Direttore delle Terme che ha seguito i lavori della troupe nelle riprese, “ Ci auspichiamo che con questo servizio – documentario le nostre terme ed il territorio delle Terre Sicane possano diventare meta preferita da parte dei turisti provenienti dal Paese del Sol Levante” Il Programma “Terme del Mondo” andrà in onda dalla televisione satellitare Giapponese NTV BS il 28 giugno 2012.

Nella foto da sinistra: Dott. Francesco Parla (Direttore Sanitario Terme) Ignazio Azzara ( Direttore Amministrativo Terme) Noboru Tatsumi (Regista) SachiKo Higashida ( Giornalista) Pala Nicola ( Tecnico Cameraman) Dini Stefano ( Tecnico Cameraman)

Sciacca. Gli ex dipendenti delle Terme in riunione


dal sito del Corriere di Sciacca

SCIACCA – CRONACA
DOMANI RIUNIONE EX DIPENDENTI TERME

30/05/2012 17.04Gli ex lavoratori Terme di Sciacca hanno indetto per domani alle ore 12.00, presso la sala convegni dello Stabilimento delle Terme, una Conferenza Stampa per segnalare alcune problematiche inerenti le loto attuali sedi lavorative.

Interverranno Giuseppe Alvaro Segretario Provinciale Cobas; Paolo Conti Segretario Regionale Cobas; avv. Benedetto Mineo responsabile Regionale Cobas e Marcello Minio, sgretario generale.

Invitati anche gli ex dipendenti termali transitati nel ruolo unico speciale sono invitati ad intervenire.

Audizione alla VI Commissione Consiliare e rapporti del Forum con il Consiglio Comunale di Acireale


Venerdì 1 giugno, in occasione del primo anniversario dalla sua costituzione, il Forum permanente sulle Terme di Acireale sarà ricevuto da Antonio Riolo,  Presidente, e da tutti i componenti della VI Commissione consiliare permanente Sviluppo Economico della città di Acireale. La Commissione svolge un importante ruolo di istruttoria delle questioni che si possono portare all’attenzione del Consiglio e dell’Amministrazione comunale e, considerate le sue competenze in materia economica, è anche un luogo dove è favorito il confronto fra l’istituzione cittadina e le forze economiche, produttive e sociali del territorio.

Il Forum, ovviamente, interverrà quale espressione di un libero movimento di informazione, di opinione e di sensibilizzazione sul termalismo che, promosso dal Lions Club di Acireale, si è spontaneamente costituito sul territorio, a partire dal giugno dello scorso anno. Ad oggi fanno parte del Forum, oltre al Lions, ventiquattro fra associazioni, movimenti e gruppi di impegno: AKIS Il Giornale del Territorio delle Aci – Cine Foto Club “Galatea” – Premio “Aci e Galatea” – La Voce dell’Jonio – Consorzio albergatori acesi – L’Eco delle Aci – I Vespri – Serra Club Acireale – Comitato civico Terme di Acireale – Federalberghi Catania – Federalberghi Sicilia – Unione Artigiani Acesi – Adocec – Rotaract Club – Galatea Editrice – Consulta giovanile di Acireale – Ascom Acicatena – ConfCommercio Catania – Acireale Bed & Breakfast – Rotary Club – Associazione Geometri Acesi – Kiwanis Club Acireale – Il Corriere di Sciacca – L’Altra Sciacca.

Non è la prima volta che il Forum si confronta con il civico consesso. Il 9 dicembre scorso, infatti, i coordinatori del Forum intervennero ad una riunione, indetta dal Presidente del Consiglio Comunale Avvocato Pietro Filetti, alla quale parteciparono i capigruppo consiliari. In quella sede, a partire dal documento unitario votato dal Consiglio il 1 febbraio 2011, furono discusse alcune possibili linee d’intervento a tutela dell’imprescindibile prerogativa istituzionale di un Consiglio comunale di esercitare una funzione di monitoraggio e di controllo su tutti gli atti, anche di altri rami dell’amministrazione, che interessano la città. In questo caso, come è noto, esiste una competenza dell’amministrazione regionale di intervenire direttamente sulle Terme, in relazione ai due procedimenti di liquidazione e di privatizzazione tuttora in atto sulle aziende da essa partecipate.

L’ordine del giorno, votato all’unanimità dal civico consesso il 1 febbraio 2011, è riprodotto di seguito. Costituisce sicuramente il più importante fra i documenti finora approvati dal Consiglio comunale di Acireale. E’ dai contenuti di questo documento, secondo il Forum, che bisogna ripartire per vivificare le attività che Consiglio, da un lato, e Amministrazione comunale, dall’altro, possono esercitare in materia di termalismo. In particolare, il Forum chiede da tempo che la città di Acireale rivendichi con forza la giusta e legittima aspettativa di vedersi riconosciuto, in sede regionale, un tavolo di confronto permanente all’interno del quale assicurare, da parte della Regione Siciliana, una corretta informativa su tutti gli atti compiuti e in divenire; nonchè favorire il più ampio momento di confronto con i rappresentanti istituzionali della città in merito a possibili soluzioni alla crisi in atto dello stabilimento termale. Fino adesso, non risulta che la città sia stata formalmente coinvolta nelle principali decisioni che l’Amministrazione regionale ha inteso adottare-

C’è stato un solo momento istituzionale di confronto fra la Regione Siciliana e le forze economiche, sociali e produttive di Acireale, in occasione dell’audizione del Comitato Civico Terme di Acireale in seno alla Commissione Bilancio. Tale incontro avvenne il 7 aprile del 2011. In precedenza, il Consiglio comunale aveva favorito un’audizione in aula del liquidatore della società Terme di Acireale SpA Margherita Ferro. Successivamente c’è stato soltanto un carteggio fra la Regione e la città di Acireale, con una missiva indirizzata dal Sindaco (nell’estate del 2011) e un’altra, l’ultima in ordine di tempo, inviata dall’avvocato Pietro Filetti agli inizi di gennaio di quest’anno. A settembre, il Forum – con la lettera dal titolo “Terme di Acireale – Ora o mai più” – si era ugualmente rivolto sia al Presidente della Regione che all’Assessore all’Economia, ma a quella missiva non v’è stata mai alcuna risposta.

Ecco il testo dell’ordine del giorno votato all’unanimità dal Consiglio di Acireale il 1 febbraio del 2011

Pubblicati dalla Regione i compensi dei liquidatori


Sul sito del Dipartimento Bilancio e Tesoro dell’Assessorato all’Economia della Regione Siciliana, è stata pubblicata la tabella contenente i compensi per “Incarichi di amministratore di società partecipate dalla Regione (art.1, comma 735 della Legge n.296/2006 ed art.16, comma 1 della legge regionale n. 2/2007)”. Clicca qui per consultare la tabella.

In basso, è riprodotto un estratto della tabella per i compensi spettanti ai liquidatori nelle partecipate regionali poste in liquidazione. Al liquidatore delle Terme di Sciacca (partecipate dalla Regione Siciliana al 76,50 per cento) spetta un compenso di € 40.000 all’annuo. Più bassi invece i compensi dei liquidatori delle Terme di Acireale (partecipate dalla Regione al 47,15%): € 20.000 a Michele Battaglia ed € 15.000 a Margherita Ferro.

Le Terme Luigiane in Calabria inaugurano un nuovo centro benessere


dal sito di Federterme

TERME LUIGIANE: AL VIA CON IL NUOVO CENTRO BENESSERE

Le Terme Luigiane aprono la stagione 2012 arricchite dal nuovissimo Centro Benessere Acquaviva che, a differenza degli altri servizi, è aperto tutto l’anno e a disposizione sia degli ospiti delle Terme sia degli esterni , per soddisfare la domanda proveniente dal territorio circostante.

Le Terme Luigiane si trovano in Calabria, in provincia di Cosenza, sui territori di Acquappesa e Guardia Piemontese, a solo due chilometri dal mar Tirreno.

La vicinanza al mare (con un servizio navetta a disposizione dei

clienti) è uno dei punti di forza del complesso che si vanta di poter “coniugare il piacere della vacanza con le esigenze curative dell’intera famiglia”.

Di recente costruzione è anche il Parco Termale, al cui interno, oltre al Centro Benessere, si trovano la palestra, il Centro di Fisiochinesiterapia (per la riabilitazione funzionale pos-traumatica) e tre piscine ad acqua termale fluente, dove è possibile praticare:

l’idromassaggio terapeutico con getti d’acqua a pressione, l’idrochinesiterapia, per la migliore integrazione tra le proprietà fisiche dell’acqua e terapeutiche del movimento, il nuoto controcorrente, l’acqua-gym, le turbodocce e i distributori di fango.

Le Terme Luigiane hanno acque termali ricchissime di zolfo, a temperatura naturale di 47°C, sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale e classificate dal Ministero della Salute a livello qualitativo 1° Super.

In Emilia, per le Terme la notte è celeste


Dal sito di Federterme

20120529-162738.jpg